sabato 25 luglio 2015

Dal nulla che le conviene

 

ALFONSO GATTO

LA SCHIENA

Basta un giorno del cielo tra i canali
di Lombardia, basta il sole caldo.
La vita prende a vivere dal nulla
che le conviene, la memoria è altrove.
Il nome non ha senso, chi s’incontra
buono o cattivo - passa chiuso, teme
la sua parola e le notizie, attira
con l’evidenza il frusto della schiena.

(da La storia delle vittime, Mondadori, 1966)

.

Si può essere tristi e desolati, si può avvertire la solitudine come un peso, si può lasciarsi alle spalle una guerra – la poesia di Alfonso Gatto (1909-1976) si riferisce al 1944, alla situazione disperata della Milano occupata. Eppure, c’è un momento in cui la forza della vita prorompe improvvisa e rifiorisce dal “nulla che le conviene” come un rampicante che fa capolino dalle macerie.

.

Canale

FOTOGRAFIA © DANIELE RIVA

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
E fummo vivi, insorti con il taglio / ridente della bocca, pieni gli occhi / piena la mano nel suo pugno: il cuore / d’improvviso ci apparve in mezzo al petto.
ALFONSO GATTO, La storia delle vittime

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...