venerdì 23 gennaio 2015

Per malia d’amore

 

KONSTANTINOS KAVAFIScavafy50

SOTTO LA CASA

Ieri, andando per un quartiere
fuori mano, sono passato sotto la casa
che frequentavo quando ero molto giovane.
Là Eros ebbe il mio corpo
con la sua straordinaria potenza.

E ieri
passando per quella vecchia strada
d'improvviso sfolgorarono di bellezza
per malia d'amore le botteghe, le pietre,
i marciapiedi, i muri, i balconi e le finestre:
là non c'era più nulla di brutto.

E come indugiavo, fermo a guardare
la porta, e mi attardavo sotto la casa,
tutto il mio essere sprigionava
l'emozione d'amore rimasta ancora serbata.

(Κάτω απ' το σπίτι, da Ποιήματα, 1935)

.

Tra i temi principali del poeta greco Konstantinos Kavafis (1863-1933) c’è la santificazione del ricordo, il gusto di quella nostalgia un po’ dolce e un po’ amara per un tempo che fu, la sensazione di sentire la vita sfuggire: passare per quello che fu uno dei santuari d’amore non può che risvegliare il fuoco della memoria, e quel ricordare riesce a trasfigurare le cose, a cancellare la bruttezza del tempo odierno, il suo grigiore che non è soltanto della vecchia strada di Alessandria d’Egitto ma anche dell’anima del poeta.

.

Old street

LEONID AFREMOV, “OLD STREET”

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Serbali tu com'erano, memoria. / E più che puoi, memoria, di quell'amore mio / recami ancora, più che puoi, stasera.
KONSTANTINOS KAVAFIS, Poesie

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...