mercoledì 17 dicembre 2014

Un grido semplice

 

GHIANNIS RITSOS

TEATRO ANTICO

Quando, verso mezzogiorno, si trovò al centro del teatro antico,
lui, giovane greco, privo di sospetto, ma bello quanto quelli,
lanciò un grido (non di ammirazione; l’ammirazione
non la provava affatto, e se anche l’avesse provata
non l’avrebbe certo manifestata), un grido semplice
forse per la gioia incontenibile della sua giovinezza
o per saggiare la sonorità del luogo. Di fronte,
al di sopra dei monti verticali, l’eco rispose –
quest’eco greca che non imita né ripete
ma semplicemente continua a un’altezza smisurata
l’eterno grido di evviva del ditirambo.

(da Il funambolo e la luna, 1984 - Traduzione di Nicola Crocetti)

.

Quando visitai l’imponente teatro greco di Siracusa e quello più raccolto ma forse più intimo di Taormina, sognai di potere in qualche modo ritornare indietro nel tempo per assistere come un greco antico alle tragedie di Euripide, Eschilo e Sofocle, alle commedie di Aristofane e Menandro. La macchina del tempo – come è noto – non esiste, ma la nostra immaginazione è un surrogato abbastanza accettabile, in mancanza. In quei teatri, come in quelli di Atene e di Epidauro, si percepisce quello spirito greco che Ghiannis Ritsos (1909-1990) evoca nella sua poesia. Su quegli spalti sembra davvero di sentire risuonare le voci degli attori, l’evoè lanciato dalle Baccanti a Dioniso.

.

Siracusa

TEATRO GRECO DI SIRACUSA - FOTOGRAFIA © GALENFRYSINGER

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Il teatro è l'attiva riflessione dell'uomo su se stesso.
NOVALIS, Frammenti

2 commenti:

Gizeta ha detto...

Credo vi sia molta verità nella frase del giorno

DR ha detto...

Sì, lo è. Il teatro è la massima indagine della riflessione sui sentimenti, più ragionata della poesia

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...