martedì 2 settembre 2014

Nel Tibet del tappeto

 

ELSE LASKER-SCHÜLERElse_Lasker-Schüler

UN VECCHIO TAPPETO TIBETANO

La tua anima che la mia ama,
è intrecciata con lei nel Tibet del tappeto.

Raggio nel raggio, colori innamorati,
stelle che si rincorrono lungo il cielo.

I nostri piedi poggiano sulla preziosa trama
ma per mille e mille maglie son distanti.

O dolce figlio del Lama
sul trono del fiore muschiato,
da quanto tempo ormai la tua bocca la mia bacia
e la tua guancia è sulla mia
per i tempi trapuntati dai colori?

(da Poesie, Acquaviva, 2004 – Traduzione di G. D’Ambrosio Angelillo)

.

Else Lasker-Schüler (1869-1945) fu la principale esponente della poesia ebraica tedesca: temi d’amore nella sua opera si mescolano a preghiere e riflessioni religiose e bibliche, attenzione anche all’Oriente come un luogo mitico. Così appare anche quel Tibet richiamato da un tappeto in questa poesia pubblicata la prima volta sulla rivista Der Sturm l’8 dicembre 1910: la metafora esprime perfettamente l’essenza del vero amore, che è un intrecciarsi di fili, un tessuto di dare e avere che rende un armonico disegno.

.

Vaughn

HELEN VAUGHN, “YOUNG WOMAN ON A ORIENTAL RUG”

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
È necessario percepire l’attimo dell’amore, / allora vediamo la patria reciprocamente nei nostri occhi.
ELSE LASKER-SCHÜLER, Poesie

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...