lunedì 1 settembre 2014

Altre due poesie per settembre

 

Settembre porta sempre con sé una suggestione di memoria, come in questa poesia di Maria Luisa Spaziani (1924-2014) esistenziale certo, ma anche, in questo caso, letteraria. L’estate che finisce, l’autunno che comincia a manifestare qua e là i suoi colori, evoca una sottile malinconia, come nei versi di Diego Valeri (1887-1976).

.

MARIA LUISA SPAZIANI

RIFLESSO DI UN RIFLESSO

Il settembre a Croisset è una fulva trentenne,
con dolcezza prelude a una candida mèche.
sarai ombra di un’ombra, riflesso di un riflesso,
ma un riflesso è forse tutto quello che c’è.

La diligenza impolvera le siepi di Maleine,
passano uccelli neri sul fiume tutto d’oro.
Graffia un suono e s’impone nel tramonto sonoro.
Sarà il corvo di Poe? Quello di La Fontaine?

(da Transito con catene, Mondadori, 1977)

.

.

.

.

DIEGO VALERI

SETTEMBRE SUL MARE

Mare in pace,
con susurrare di piccole onde,
pioppi tremanti foglia a foglia,
con lungo sospiro, nel cielo fermo.

Settembre, è questo il tuo sonno leggero,
il tuo leggero sognare,
poi ch’ài deposto dal cuore la grave
felicità di amare.

(da Verità di uno, Mondadori, 1970)

.

.

Tuscany

VICTORIA CHRISTIAN, “TUSCANY, ITALY, COUNTRYSIDE SCENE”

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Settembre, dolce come un fanciullo malato, / si stende pigro su la proda del fosso.
DIEGO VALERI, Poesie

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...