giovedì 5 giugno 2014

Soffiando sull’anima nuda

 

SARA TEASDALEth

IL VENTO

Un vento soffia sulla mia anima,
      Tutta notte lo sento urlare -
Non c’è pace in terra per me
      Se non con te?

Ah, il vento mi ha reso saggia
      Soffiando sull’anima nuda -
Non c’è pace in terra per me
      Neanche con te.

.

Timida e sensibile al limite della nevrosi, la poetessa statunitense Sara Teasdale (1884-1933) visse in una perenne inquietudine, in un susseguirsi di esaurimenti nervosi, in un’angoscia continua tormentata dai dubbi. La dicotomia di questi versi ne è un esempio lampante: la prima strofa vive della speranza di un amore - quello vero, quello unico, quello sognato, non quello con Ernst Filsinger, direttore di una fabbrica di scarpe, sposato a trent’anni; la seconda asseconda invece il pessimismo tipico della Teasdale, la negazione della speranza che la porterà, dopo aver chiesto il divorzio dal marito che pure la adorava e la sosteneva, alla fatale overdose di barbiturici che la farà annegare nella vasca da bagno.

.

Windflowers

JOHN WILLIAM WATERHOUSE, “WINDFLOWERS”

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Ognuno è tanto infelice quanto crede di esserlo.
SENECA, Lettere a Lucilio

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...