domenica 8 giugno 2014

Campane del pomeriggio

 

MARIO NOVARONovaro Mario

PENTECOSTE

Pentecoste
campane del pomeriggio
lucido verde al sole
turchino di mare con sparse vele

nuvole chiare
delle selve d’ulivi respiro mite

e le campane
con tocchi chiari blandi
oh come tutto sarebbe felice
se potesse vanire
nel blando suono delle campane.

(da Murmuri ed echi, 1912)

.

Una solitudine contemplativa caratterizza i componimenti di Mario Novaro (1868-1944), poeta ligure di Diano Marina che ricorda abbastanza da vicino - anche se con minore qualità - Giovanni Pascoli. Così anche questo desiderio di svanire in se stesso mentre suonano allegre le campane della domenica di Pentecoste e il mare di casa balena al sole della tarda primavera si ascrive a quel percorso intimo dominato da una ansiosa coscienza.

.

imperia-in-italy-02-miki-de-goodaboom

MIKI DE GOODABOOM, “IMPERIA”

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Anche Dio crede nella pubblicità; infatti ha messo campane in ognuna delle sue chiese.
SACHA GUITRY

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...