sabato 8 marzo 2014

Una, la donna, o innumerabile?

 

MARIO LUZIth

NOTRE-DAME NOTRE-DAME

Una, la donna, o innumerabile?
Non può il cuore deciderlo,
la conoscenza non è salda.
                                     Fuori
e dentro la vita
si tendono l'una verso l'altra
loro dalla loro eternità,
                                 non giungono
esse però
              a stringersi la mano,
si frappongono cascate
di forza non rappresa,
                                sfaceli
di età non conosciute le dividono
l'una dall'altra e tutte da me
che guardo stupito quella maschera
bruciare di una fragile
e vibrante identità
e mi perdo nel mare di luce che le è dietro,
in quello straripante lievito
azzurro della muliebrità oppure in me medesimo?

(da Per il battesimo dei nostri frammenti, Garzanti, 1985)

.

C’è bisogno di commentare? È l’8 marzo: una poesia di Mario Luzi (1914-2005) che vale una mimosa. Un augurio a tutte le donne, che sono uniche nel loro sfaccettato essere donne, alla loro bellezza, alla loro sensibilità, alla loro forza. E anch’io mi perdo dolcemente affascinato - un po’ come il Leopardi dell’Infinito - “in quello straripante lievito azzurro della muliebrità”.

.

Van Hove

DIPINTO DI FRANCINE VAN HOVE

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Le donne sono tutte diverse. Fondamentalmente sono una combinazione di quanto c'è di peggio e di quanto c'è di meglio al mondo… magiche e terribili.
CHARLES BUKOWSKI, Donne

5 commenti:

Vania ha detto...

..commento oggi in quanto Donna..(con curiosità donna;))...della scelta della poesia..poi..mi rimetto in carreggiata con le altre poesie...

..."copio" dalla poesia...
....Donna...un albero mutevole in varie stagioni.
ciaoo Vania :)

DR ha detto...

che poi è anche la verdiana "la donna è mobile"

Paolo ha detto...

Che poeta, ragazzi!

Paolo ha detto...

...e anche ragazze...

DR ha detto...

...e hai detto tutto, Paolo :-)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...