giovedì 6 febbraio 2014

Nella memoria il tuo riso

 

NIKIFÒROS VRETTAKOSnikiforos-vrettakos

LA PIOGGIA E IL GIGLIO

Le mie ultime parole sono diventate un nodo.
Quando farà sera, diventeranno pioggia.
Innaffierò un giglio.
                                  Tengo
nella memoria il tuo riso. Cucirò con questo
               una veste al giglio.

(da L’abisso del mondo, 1961 - traduzione di Gilda Tentorio)

.

Poesia che diventa vita, che si trasforma in pioggia e nutre il ricordo, lo vivifica, lo orna, lo riveste di tutto lo stupore di cui essa è capace: il poeta greco Nikifòros Vrettakos (1912-1991) affida il suo messaggio all’analogia, al potere che hanno le immagini di evocare altro, di spalancare altri mondi, di penetrare la cortina del visibile: “Il miracolo del mondo è un incendio che arde / nelle fibre più intime”.

.

music_of_the_woods-Vladimir_Kush-1

VLADIMIR KUSH, “MUSIC OF THE WOODS”

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Tenevo / in mano la penna e dove / trovavo sole, immergevo la punta / e scrivevo versi.
NIKIFÒROS VRETTÀKOS, L’abisso del mondo

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...