venerdì 29 novembre 2013

E s’ama col proprio cuore

 

ALFONSO GATTO

SORRIDERTI

Sorriderti forse è morire,
porgere la parola
a quella terra leggera
alla conchiglia in rumore
al cielo della sera,
a ogni cosa che è sola
e s’ama col proprio cuore.

(da Poesie d’amore, Mondadori, 1972)

.

Poesia alquanto criptica, davvero emetica questa di Alfonso Gatto (1909-1976): amore è condividere, dividere la propria anima con l’altro. Può giovare alla comprensione ciò che Gatto scrisse nella prefazione alla seconda edizione di questa raccolta, quella che nel 1972 univa le poesie scritte dal 1941 al 1949 a quelle del periodo 1960-1972: “Amare non è ragionare, non è credere, non è contrattare il possibile o azzardare l’ignoto. Amare è invocare fisicamente tutto l’essere per una goccia di vita, quale sia il sangue a irrompere o a tacere, come avviene per la morte. L’amore volta nell’impegno e nella riuscita del dono, nella volontà e nella grazia, e, in tal senso, deve toccarci”.

.

Vettriano

JACK VETTRIANO, “LOVE STORY”

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Amore, stretto di baci / filtro di sonni leggeri, / l’amore soffia alle braci / notturne dei grandi pensieri.
ALFONSO GATTO, Poesie d’amore

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...