martedì 1 ottobre 2013

Ottobre: due poesie

 

Ottobre è, come aprile, un mese colorato. Come scrisse Albert Camus, “l’autunno è una seconda primavera, quando ogni foglia è un fiore”. Quel rosso, quel giallo, quel brunito delle foglie osservano dal cuore di un giardino la poetessa Cristina Campo (1923-1977) e un giovane Attilio Bertolucci (1911-2000).

 

CRISTINA CAMPOCampo

CANZONCINA INTERROTTA

Laggiù di primo ottobre
la marea delle foglie
all'angelica notte
già tratteneva il piede.

Non vedute cadevano
(là tutto era furtivo),
lento frusciava rune
al plenilunio un fico.

Sfilava dal tuo sogno
un micio le sue cabale,
veranda incomparabile,
dolce Capodimondo.

Solo la veemente
mia ora lacerava
sul cancello le rose ...
E riversa una statua

forse mordeva - al turbine
di quel volo - l'autunno,
origliere di muschio…

.

.

.

.

OTTOBRE

ATTILIO BERTOLUCCI

Sporge dal muro di un giardino
La chioma gialla di un albero.

Ogni tanto lascia cadere una foglia
Sul marciapiede grigio e bagnato.

Estasi, un sole bianco fra le nubi
Appare, caldo e lontano, come un santo.

Muto è il giorno, muta sarà la notte
Simile ad un pesce nell’acqua.

(da Sirio, 1929)

.

343182

RACHEL McNAUGHTON, “AUTUMN COLOURS, TUSCANY”

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
È il caro tempo dell'anno quando / più dolci nubi il cielo del mattino / attraversano, e il passo di chi parte / trova foglie più fitte nel sentiero / che s'allontana
.
ATTILIO BERTOLUCCI, Lettera da casa

3 commenti:

Rosanna Bazzano ha detto...

Anche a me piace l'autunno… :) Ciao!

Vania ha detto...

..e "coloriamoci" anche di questo mese...allora.:)

ciaoo Vania:)

DR ha detto...

il mese dei colori... Vania, è tempo che indossi le tue sciarpine!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...