sabato 14 settembre 2013

Vorrei dirti che t’amo

 

GESUALDO BUFALINO

A CHI LO SA

S'io sapessi cantare
come il sole di giugno nel ventre della spiga,
l'obliquo invincibile sole;
s'io sapessi gridare
gridare gridare gridare come il mare
quando s'impenna nel ludibrio d'aquilone;
s'io sapessi, s'io potessi
usurpare il linguaggio della pioggia
che insegna all'erba crudeli dolcezze...
oh allora ogni mattino,
e non con questa voce roca d'uomo,
vorrei dirti che t'amo
e sui muri del mio cieco cammino
scrivere la letizia del tuo nome,
le tre sillabe sante e misteriose,
il mio sigillo di nuova speranza,
il mio pane, il mio vino,
il mio viatico buono.

(da L’amaro miele, Einaudi, 1982)

.

Dello scrittore siciliano Gesualdo Bufalino (1920-1996) abbiamo già esaminato il pessimismo di “Brindisi al faro” e lo stupore di “Risarcimento”.  Ora lo troviamo alle prese con la difficoltà di esprimere l’amore, di dirlo con accenti che vadano al di là della limitata capacità umana: con la potenza del sole, con la forza del mare, con la dolcezza della pioggia. Eppure basta poco a volte, basta semplicemente dire “Ti amo”. È sufficiente, te lo assicuro, Bufalino…

.

66121

JACK VETTRIANO, “BACH WHERE YOU BELONG”

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Amo come l'amore ama. / Non conosco altra ragione di amarti che amarti. / Cosa vuoi che ti dica oltre a dirti che ti amo, / se ciò che ti voglio dire è che ti amo?

FERNANDO PESSOA, Faust

3 commenti:

Rosanna Bazzano ha detto...

… uffa… neanche questa mi è stat mai dedicata…
ma questi uomini che leggono? leggono? non leggono…

Ciao :D

DR ha detto...

leggono... leggono... è che sono timidi o svogliati. Ciao

Vania ha detto...

...sarà anche vero che basta ti amo...ma quanto è bello leggere pure ste cose !!:)

ciaooo Vania:)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...