domenica 29 settembre 2013

Gli ultimi giorni di settembre

 

EDGAR LEE MASTERSedgarleemasters

HARE DRUMMER

Vanno ancora i ragazzi e le ragazze da Siever
a bere il sidro, dopo scuola, gli ultimi giorni di settembre?
O a raccogliere nocciole lungo le boscaglie
nel podere di Aaron Hatfield quando incomincia la gelata?
Perché spesso ridendo con ragazzi e ragazze
io giocai nella strada e sulle colline
quando il sole era basso e l’aria fresca,
fermandomi a bastonare il noce
ritto, senza una foglia, contro il tramonto in fiamme.
Ora il sentore del fumo d’autunno
e le ghirlande che cadono
e gli echi per le valli
mi portano sogni di vita. Li sento aleggiare.
Mi chiedono:
Dove sono quei tuoi compagni ridenti?
Quanti sono con me, quanti
nei vecchi frutteti sulla strada di Siever
e nei boschi che guardano
l’acqua tranquilla?

(Da Antologia di Spoon River, 1915 – Traduzione di Fernanda Pivano)

.

Le calde memorie della gioventù si mescolano con le sensazioni del primo autunno in questa poesia dall’Antologia di Spoon RIver di Edgar Lee Masters (1868-1950). Hare Drummer, uno dei personaggi che costituiscono il cimitero sulla collina, ricorda a noi vivi la bellezza del ricordo, delle emozioni semplici che la vita ci sa regalare e che si ripetono di generazione in generazione. Si ripetevano, almeno, prima di questo XXI secolo in cui i ragazzi sono perennemente con il naso nello smartphone.

.

snapthewhip oil

WINSLOW HOMER, “SNAP THE WHIP”

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Quanto più seria, pura e rispettosa sarebbe la vita di molti uomini se potessero conservare anche oltre la giovinezza qualcosa di questo cercare, di questo chiedere il nome delle cose!

HERMANN HESSE, Hermann Lauscher

1 commento:

Vania ha detto...

...ma che bella!
..un patchwork cucito a perfezione.:)
ciaoo Vania

..nei colori autunnali..of course;)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...