giovedì 8 agosto 2013

Dove sono gli anni?

 

VITTORIO BODINI220px-Fotovittoriobodini

CONOSCO APPENA LE MANI

Conosco appena le mani,
le scarpe che metto ai piedi.
Conosco il giorno e la notte
e i terrori del vento.
Ma gli anni? Dove son gli anni,
e tutti i libri che ho letto?
I volti amati si sfrondano
delle loro vicende,
non restano che i nomi.
Tutto nella memoria
cade a pezzi, sprofonda
senza rumore
nelle botole dei morti.
Ah, dove sono le acute presenze
del passato, le sue calde forme,
la cera su cui incidevano
i miei sentimenti?
Dove si nasconde il senso
delle cose che ho vissuto,
e i brividi lucenti
e i cieli dell'avventura?

(da Metamor, Scheiwiller, 1967)

.

Vittorio Bodini (1914-1970), poeta pugliese, riscrive qui con il suo sentire e il suo dire, la meditazione che già fu di François Villon nel Quattrocento francese: “Mais où sont les neiges d’antan?” Ma dove sono le nevi di un tempo? Che ne è delle nostre memorie, dei nostri affetti, delle nostre letture, delle nostre emozioni? Che ne è? Che ne è stato? E soprattutto qual è il senso di tutta questa strada percorsa, di tutta questa vita vissuta?

.

vettriano-the-weight-2009

FOTOGRAFIA © JACK VETTRIANO

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
L'uomo dimentica. Si dice che ciò sia opera del tempo; ma troppe cose buone, e troppe ardue opere, si sogliono attribuire al tempo, cioè a un essere che non esiste. No: quella dimenticanza non è opera del tempo; è opera nostra, che vogliamo dimenticare e dimentichiamo.
BENEDETTO CROCE, Frammenti di etica

4 commenti:

Paolo ha detto...

Argh, sottoscrivo e ammiro. A Croce andrebbe detto che non ha, per sua fortuna, mai conosciuto i prolegomeni dell'Alzhaimer.

Greta ha detto...

Questi sono pensieri che prima o poi attraversano tutti. Le risposte che si danno sono diverse, ma alla fine ci si trova sempre a domandare il senso della propria esistenza...

DR ha detto...

Sono domande che arrivano, soprattutto quando la gioventù se ne è andata...

Vania ha detto...

...la cera su cui incidevano
i miei sentimenti...come mi piace questo verso...mai mi sarebbe venuto in mente :)

..bello leggere queste poesie/emozioni.

ciaoo Vania:)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...