lunedì 15 luglio 2013

Un albero è il bosco

 

ROBERTO JUARROZjuarroz

DECIMA POESIA VERTICALE, 71

Un albero è il bosco.
Sdraiarsi sotto le sue fronde
è ascoltare ogni suono,
conoscere ogni vento
dell’inverno e dell’estate,
accogliere tutta l’ombra del mondo.

Indugiare sotto i suoi rami nudi
è recitare tutte le preghiere possibili,
tacere tutti i silenzi,
provare pietà per tutti gli uccelli.

Sostare davanti al suo tronco
è elevare ogni meditazione,
riunire ogni distacco,
indovinare il calore di ogni nido,
accomunare la solidità di ogni riparo.

Un albero è il bosco.
Ma per questo bisogna
che un uomo sia tutti gli uomini.
O nessuno.

(da Decima poesia verticale, 1987)

.

La condivisione, la compartecipazione, la compassione nel suo senso etimologico, quello del “soffrire con”: Roberto Juarroz (1925-1995), poeta argentino utilizza questa bella similitudine del bosco per definire il consesso umano. E, nella arcana e misteriosa atmosfera che si respira in un bosco, dove è possibile meditare – pregare inconsciamente – e acuire i propri sensi nella solitudine, l’idea dell’Altro non è più così lontana come può esserlo nel cuore di una grande città o nella babele degli uffici.

.

FOTOGRAFIA © DANIELE RIVA

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Troverai più nei boschi che nei libri. Gli alberi e le rocce ti insegneranno cose che nessun maestro ti dirà.
BERNARDO DI CHIARAVALLE, Lettere

2 commenti:

Tra cenere e terra ha detto...

Dovremmo imparare a leggerla la natura, è vero...

DR ha detto...

sì, è ancora capace di sorprendere i nostri cuori tecnologici

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...