sabato 11 maggio 2013

Il pollice degli astronauti

 

ALFREDO VEIRAVÉalfredoveirave

LA MIA CASA È UNA PARTE DELL’UNIVERSO

Quelli che l’hanno vista dicono che la terra
è una sfera nello spazio, un pianeta
più piccolo
del pollice degli astronauti.
Non lo metto in dubbio perché ho visto le fotografie
e perché adesso sono a quasi mezzo pianeta da casa.
La cosa migliore di tutto ciò è che in questo pollice
anche la mia casa è una parte dell’universo.
Come può non esserlo se nel cortile
c’è un filodendro dalle foglie enormi e lombrichi sotto terra
buoni per la pesca, adesso che mi ricordo
l’odore delle felci contro il muro
il viso di Delfina o Federico tra gli alberi
e quel canarino che volò via una notte?

.

Il cortile di casa, i figli che giocano tra gli alberi, le storie che restano nella memoria, come quella di un canarino fuggito una notte dalla sua gabbia. Come quel canarino è il poeta argentino Alfredo Veiravé (1928-1991), che prova la nostalgia di chi si trova molto distante da casa ma trova conforto nella dolcezza del ricordo.

.

306525

JEREMY ANNETT, “PARTIE DE CAMPAGNE, 1988”

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
La nostalgia è la sofferenza provocata dal desiderio inappagato di ritornare.
MILAN KUNDERA, L’ignoranza

2 commenti:

Vania ha detto...

..già il titolo è una Poesia.

..bella!
ciaoo Vania:)

DR ha detto...

sì... cosmopolita

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...