martedì 29 gennaio 2013

Un azzurro calmo

 

JOSÉ MARÍA HINOJOSA10680_1

CALMA

                 A Luis Buñuel

Dove finisce il mare?
Dove comincia il cielo?
Le barche galleggiano.
o prendono il volo?

Si è perso l’orizzonte,
nel gioco mimetico
del cielo e dell’acqua.

Si è fuso il movimento,
in un solo colore
azzurro, un azzurro calmo.

Si fondono i colori;
si ferma il movimento.

Un solo colore resta;
non c’è sopravvento.

Dove finisce il mare?
Dove comincia il cielo?

.

Un calmo surrealismo – tutto giocato sul colore che avvolge ogni cosa e diventa l’unica presenza in una marina – è alla base di questi versi di José María Hinojosa (1904-1936), poeta della Generazione del ‘27. A testimonianza di quanto ogni guerra – e in particolare ogni guerra civile - sia crudele, c’è da segnalare che la vita di questo poeta, finì come quella di Federico García Lorca: a strapparlo dal carcere dov’era rinchiuso e a fucilarlo, tre giorni dopo che García Lorca venne assassinato dai nazionalisti, furono però gli antifascisti repubblicani.

.

shiver_blue_abstract_art

SHAWN McNULTY, “SHIVER”

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Voglio posare lo sguardo / solo nello spazio / che è semplice / e insieme complicato
.
JOSÉ MARÍA HINOJOSA

2 commenti:

Vania ha detto...

....domande e risposte...in questa "calma " poesia.

ciaoo Vania:)

DR ha detto...

calma e azzurra

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...