martedì 21 agosto 2012

Senza ricordi


ESTHER DE CÁCERESfoto Esther_brindada por E.Piaggio

PERCHÉ MI HANNO PORTATO IL TUO SOGNO

Perché mi hanno portato il tuo sogno
ho amato i cieli della sera
e gli alberi solitari.

E ho amato i mari dell’alba
e le barche abbandonate,
perché in esse ritrovavo
il tuo ricordo!

Ora senza i cieli della sera
o i mari dell’alba
ti posseggo!

Libera da immagini
ti posseggo!

Perché adesso ti amo
in questa mia solitudine
senza ricordi.

.

L’amore che diventa assenza e quindi dolore, che si sublima in atmosfere e oggetti che ricordano l’amato e quindi diventa esso stesso ricordo, per poi trasformarsi – ma difficile e non privo di sofferenze è il percorso – in puro e beatificante amore nella solitudine. Un sentimento alto quello che canta la poetessa uruguaiana Esther de Cáceres (1903-1971), di una bellezza spirituale che solo poche anime possono raggiungere.

.

image

JACK VETTRIANO, “TABLE FOR ONE”

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Il gran desiderio d'un cuore inquieto è di possedere interminabilmente la creatura che ama o di poterla immergere, quando sia venuto il tempo dell'assenza, in un sonno senza sogni che non possa aver termine che col giorno del ricongiungimento.
ALBERT CAMUS, La peste

2 commenti:

Vania ha detto...

...ho dovuto rileggere il titolo....non so perchè...ma mi veniva sempre da leggerlo con il punto interrogativo finale.:))

..."colpisce nel segno"...questa poesia....con pochi e grandi dettagli.

ciaoo Vania

DR ha detto...

Prosegue per associazioni e alla fine le demolisce tutte...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...