martedì 17 luglio 2012

Ma già il ricordo

 

ANTONIA POZZI

CONVEGNO

Nell'aria della stanza
non te
guardo
ma già il ricordo del tuo viso
come mi nascerà
nel vuoto
ed i tuoi occhi
come si fermarono
ora – in lontani istanti –
sul mio volto.

29 maggio 1935

(da Parole, 1939)

.

Un presente che è già nostalgia questo che Antonia Pozzi (1912-1938) delinea nei versi di un incontro. Un modo forse di proiettare il momento nel futuro per affrontare il presente, ovvero osservare l’addio da un differente punto di vista per provare a soffrire meno, per addolcire quel dolore. Il ricordo futuro – un ossimoro che non è certo vietato ai poeti…

.

TIVADAR KOSZTKA CSONTVÁRY, “INCONTRO DI INNAMORATI”

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
E il tuo ricordo è come brace viva / che non lascio cadere / anche se mi brucia le mani.
JORGE LUIS BORGES, Fervore di Buenos Aires

2 commenti:

Vania ha detto...

...la frase del giorno...neppure i pompieri provetti riescono a spegnerla.:))

...la foto non mi dispiace affatto a parte i cherubino:))

...ricordo questa Poetessa...parole non sempre felici.

ciaoo Vania

DR ha detto...

sì, Vania, l'immagine è un po' inquietante, ma quel cherubino mi ha intrigato come presenza estranea, il futuro che già si manifesta. La frase del giorno sono tre versi di una bellissima poesia di Borges. E infine, Antonia Pozzi, un'anima tormentata volata via a soli 26 anni.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...