domenica 1 luglio 2012

Altre poesie per luglio


Due poeti spagnoli contemporanei per raccontare le sere di luglio, la loro infinita dolcezza che invita a rimanere nel tramonto a condividere la poesia della luce che svanisce. Álvaro Valverde (Plasencia, 1959) punta l’attenzione sull’inafferrabilità dei ricordi, sullo scorrere inesorabile del tempo; Jon Juaristi (Bilbao, 1951) osserva l’immobilità della sera, quasi minerale, ritraendo una figura di ragazza alla finestra.


ÁLVARO VALVERDE

MECCANICA TERRESTRE

Come un’immagine
ne ricorda un’altra analoga
e un’ombra la fresca
umidità di un’altra stanza
e un odore una scena
ormai remota
e questa città quella
confortevole e distante,
così, quando la sera
si fa eterna ed è luglio
ogni cosa esprime una multipla,
sfuggevole presenza,
e l’acqua è più che il filtro
di ciò che fluisce e passa
e la luce è più che il velo
che illumina le cose
e il vento è più che il nome
di un’oscura notizia.

(da “Mecánica terrestre”, 2002)

.

.

.

JON JUARISTI

RAGAZZA ALLA FINESTRA

Fumi. La sera lenta
di luglio sta cadendo
sul mare vicino.
In questa lunga fuga
della luce, solo
la brace della sigaretta
e la brezza che muove
i due gerani appassiti
sembrano svincolarsi
dalla pace minerale
(così oscuri e indefiniti
il mare di pomice
e i tuoi capelli bagnati).

(da “Diario de un poeta recién cansado”, 1985)

.

.

image

LEONID AFREMOV, “LOVELY SUNSET”

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Rispondi Luglio – / Dov'è l'Ape – / Dov'è il Rosseggiare – / Dov'è il Fieno?
EMILY DICKINSON, Poesie

2 commenti:

Vania ha detto...

...come dei lampi nei temporali estivi...notturni...illuminano qualcosa :)
ciaoo Vania

DR ha detto...

aspettiamo tutti il temporale adesso... colando

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...