domenica 27 maggio 2012

L’anima e il geranio

 

CARMEN CRISTINA WOLF

L’ANIMA

Dimmi, geranio del giardino
Sai dove se n’è andata l’anima?
Il corpo assente
e le mie mani non riescono a ricamare i suoi ricordi
Non so dove tu sia, anima mia
spero solo che tu vada di buon passo
Non parlare con l’usignolo
perderesti il volo nell’ombra
Non è ancora tempo
di incontrare l’albero dell’inizio.

.

“Siamo la vita che comincia, sempre”: è questa la filosofia della saggista e poetessa venezuelana Carmen Cristina Wolf (Caracas, 1950). La poesia dunque è tutta nel vivere, nel tessere giorno per giorno il filo dell’esistenza, nel lasciarsi sorprendere dal mistero: soltanto chi è capace di sentire l’anima, di meravigliarsi, può essere poeta. Anche chi conversa con i gerani, certo, e pone loro domande esistenziali: il bello è che ai poeti i gerani rispondono…

.

MARCIA BALDWIN, “RED GERANIUM NO. 1”

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Rinuncio all’orpello. Preferisco la vita semplice, sottile, insondabile.
CARMEN CRISTINA WOLF, La fiamma incessante

2 commenti:

Vania ha detto...

"Siamo la vita che comincia, sempre"...allora...la filosofia dovrebbe essere di tutti questa ..non solo della poetessa ...ma la vita PURTROPPO...non è così per tutti.:(

...per quanto riguarda il parlare con i gerani....i poeti alle volte si spingono molto oltre.:)))

...comunque parlare con le piante si dice/ci sono anche studi che dicono che "crescano meglio"

ciaooo Vania

DR ha detto...

è vero, non tutti sono positivi, non tutti hanno voglia di lottare...
Comunque io con le piante non parlo: mica sono pazzo :-)))

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin