giovedì 8 dicembre 2011

La voce fiorita


FRANKLIN MIESES BURGOS

CANZONE DELLA VOCE FIORITA

Ho seminato la mia voce nella carne del vento
perché nasca un albero di canzoni;
poi sognerò musiche incomprensibili
per gli occhi senza palpebre del pianto.

Appeso sul cielo ferito della sera
ci sarà un dolore bianco, e non sarà la luna.

Sarà un frutto alto, appena spuntato,
un frutto rotondo di parole
sonore, come un canto:

portento sonnambulo di un albero
cresciuto canzone, seme vibrante
nella carne fiorita del vento:
- la mia voce.

.

La mia voce. La voce del poeta che fiorisce nel vento della sera. Un’immagine onirica che ricorda dipinti di Chagall questa, scelta dal poeta dominicano Franklin Mieses Burgos (1907-1976) sospeso tra Surrealismo e Modernismo, iniziatore della “Poesia sorpresa”, basata su una grande apertura estetica incentrata sull’uomo universale. Un seme dunque la parola, un piccolo seme che germoglia e vibra e cresce fino a diventare frutto, fino a trasformarsi in voce e poesia, perché “anche le canzoni, come le foglie secche, cadono dagli alberi”.

.

image

MARC CHAGALL, “CLOWN CON MANDOLINO”

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Le parole sono ancore / conficcate nel terreno / uccelli mutilati / che hanno un cuore / di nuvole viaggiatrici.
FRANKLIN MIESES BURGOS

4 commenti:

Veronica de Gregorio ha detto...

Magnifica! Le parole,già...! E' così difficile esprimersi... la parola in fondo è mediazione... nel Tempo e nello Spazio.La Poesia è l'unico mezzo di cui disponiamo affinché si compia il miracolo della comunicazione, quella vera,senza le interferenze del linguaggio,senza mediazione tra il significante e il significato. La parola della Poesia, quella vera, è una freccia scoccata che non richiede spiegazioni. Non evoca parole...
Riconoscente per questa gemma che hai condiviso.
Buona giornata

DR ha detto...

Buona giornata, Veronica.

La parola è la nostra espressione comune, quella che fiorisce è la Poesia, il miracolo, come dici bene tu...

Vania ha detto...

..mi ricorda il mio vecchi blog...parole on parole off :)....cerchiamo che siano sempre ON ....daltonde l'"Uomo" ha bisogno che siano sempre on.
ciaoooo Vania

DR ha detto...

sì, Vania: in questo caso "parole on", parole che sono poesia, annaffiate con cura perché possano fiorire

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...