martedì 8 novembre 2011

Essere te


ANA ROSSETTI

COME SAREBBE ESSERE TE

Questo è l'enigma, l'ansia travolgente
di conoscere, il desiderio irresistibile di gettare l’ancora
in te, di possederti.
Come sarebbe la perplessità di essere te,
il mistero, la malattia di essere te e sapere
Come sarebbe lo stupore di essere te, davvero te e
con i tuoi occhi vedermi.
Come sarebbe percepire che ti amo
Come sarebbe, essendo te, sentirmelo dire
E come sarebbe, allora, sentire quello che senti tu.

.

I versi di Ana Rossetti, poetessa spagnola nata a San Fernando, nella regione di Cadice, nel 1950, esplorano spesso il mondo estetico del piacere e dell’eros. Qui invece il desiderio espresso da Ana è l’ansia dell’impossibile: si domanda infatti come sarebbe essere l’amato, essere nei suoi panni, nella sua pelle, nella sua mente: estendere il proprio io, mutuarlo con quello altrui, scambiarsi i ruoli come in molte sceneggiature di facili film americani. Sdoppiarsi per vedere l’effetto che fa sentirsi dire – nelle vesti dell’amato - “Ti amo”.

.

  image

JIRI BORSKY, “HARBOUR LOVERS”

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Amare, non è prendere un altro per completarsi, bensì offrirsi ad un altro per completarlo.

MICHEL QUOIST, Riuscire

2 commenti:

Vania ha detto...

...mi piace questa poesia...come la foto che rende benissimo il concetto.

..la frase del giorno è talmente semplice/vera e banale...che diventa alle volte difficile da attuarsi.....non sò altro ma "Riuscire" è perfetto.:)
ciaooo Vania

DR ha detto...

è la necessità ogni tanto di confrontarsi con gli altri, di pensare agli altri, uscendo dall'egoismo solipsistico che alla fine ci stritola.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...