mercoledì 21 settembre 2011

Auguri per il proprio compleanno

 

GIUSEPPE UNGARETTI

AUGURI PER IL PROPRIO COMPLEANNO

a Berto Ricci

Dolce declina il sole.
Dal giorno si distacca
Un cielo troppo chiaro.
Dirama solitudine

Come da gran distanza
Un muoversi di voci.
Offesa se lusinga,
Quest'ora ha l'arte strana.

Non è primo apparire
Dell'autunno già libero?
Con non altro mistero

Corre infatti a dorarsi
Il bel tempo che toglie
Il dono di follia.

Eppure, eppure griderei:
Veloce gioventù dei sensi
Che all'oscuro mi tieni di me stesso
E consenti le immagini all'eterno,

Non mi lasciare, resta, sofferenza!

(da Sentimento del Tempo, 1936)

.

Questa poesia è il regalo di compleanno che mi faccio. E lascio allo stesso Giuseppe Ungaretti il commento, tratto dalle note apposte alla raccolta: “Nel Sentimento del Tempo, come in qualsiasi altro momento della mia poesia sino ad oggi, quest’uomo ch’io sono, prigioniero nella sua propria libertà, poiché come ogni altro essere vivente è colpito dall’espiazione d’un’oscura colpa, non ha potuto non fare sorgere la presenza d’un sogno d’innocenza. Di innocenza preadamitica, quella dell’universo prima dell’uomo. Sogno dal quale non si sa quale altro battesimo potrebbe riscattarci, togliendoci di dosso la persecuzione della memoria”. E mi regalo anche una frase tratta da Verdi colline d’Africa di Ernest Hemingway, che questi versi mi hanno portato alla mente e che prendo come una speranza, un monito, un proposito: “Vivere veramente, non puramente trascorrere i giorni...”

.

FOTOGRAFIA © PUBBLICO DOMINIO

 

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Ai compleanni non ci bado. Proprio non ci bado. È la storia di invecchiare che mi fa gelare il sangue.
JIM DAVIS, Garfield

5 commenti:

Guerrero Negro ha detto...

Allora tanti auguri per il tuo genetliaco!

Vania ha detto...

...e allora continua a postare DOMANI come OGGI !!!:)))...
...senza i miei AUGURI DI COMPLEANNO !!!!:)))))))))
ciaoooooooooo Vania

DR ha detto...

Grazie, Guerrero. E grazie, assidua Vania!

Tra cenere e terra ha detto...

Non potevamo non festeggiare insieme. Alla poesia dei tuoi anni allora...!

DR ha detto...

Grazie. Che poi l'età è quella che ti senti, non quella anagrafica. E io mi sento ancora il ragazzino che non sono.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...