venerdì 13 maggio 2011

Come due pianeti

 

VICENTE QUIRARTE

BELLEZZA DELL'ASTRONOMO

Il sole che ci illumina
non è un sole presente:
ci mette otto minuti
per giungere alla Terra...
Quando lasci la casa
prospera la bellezza:
nel letto il tuo profumo
lentamente matura
quel generoso sole
che all'istante redime
la piccola ecatombe
dell'alcova deserta,
la memoria vivente
di due pianeti soli
che tra venti milioni
s'incontrarono.

(Traduzione di Emilio Coco)

.

È un’analogia scientifica a dare vita a questa poesia. Vicente Quirarte, messicano nato nel 1954, saggista, romanziere, drammaturgo e poeta, parte da un dato di fatto astronomico: la Terra dista dal sole in media 150.000.000 di km, quindi la luce, che viaggia a una velocità di 300.000 km al secondo, giunge a noi otto minuti dopo la sua emissione. Una faccenda tecnica, un puro dato scientifico. Ma che cosa è capace di pensare un poeta? Che la sua amata è come il sole, quando si alza al mattino e lascia il letto e la casa: permane per un po’ il suo profumo, resta la memoria. Come di un pianeta, appunto, come se tutti noi fossimo pianeti e incrociassimo a due a due le nostre orbite.

.

Fotografia © The Stir

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO   
Era un gioco leggero pensare che un giorno la carezza dell'aria sarebbe riemersa improvviso ricordo nel nulla. 
CESARE PAVESE, Lavorare stanca

1 commento:

Vania ha detto...

...mi piace molto questo Poeta.:)

...cosa ci può essere di più bello... ...essere paragonati al Sole.:)
ciaoo Vania

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...