sabato 21 maggio 2011

Attimo è


KÒSTAS STERGHIÒPULOS

IN QUESTO MOMENTO...

In questo momento non chiedere
com'è apparsa questa commozione,
così improvvisa, così frettolosa,
così fugace.
Non c'è mente che lo pensi:
è percezione e silenzio.
Attimo è che non fai in tempo
a dirgli: «Fermati, sei bello!».

(Non è morta, non è morta ancora l'anima mia,
se ancora la sento lacrimare).


(da Poesia greca contemporanea, Dall’Oglio, 1968)
.

Sentire, provare un’emozione. È quello che ci fa sentire vivi, che sia lo stupore davanti a una meraviglia della natura o il trasporto sincero verso un’altra persona, che sia anche il dolore o il rimpianto. È in effetti quello che manca al Totò Merumeni gozzaniano che “non può sentire. Un lento male indomo / inaridì le fonti prime del sentimento”. Kòstas Sterghiòpulos, poeta greco nato ad Atene nel 1926 passa dal buio alla luce (“Ho resistito all’attimo terribile / ma ora sono un altro”) grazie a questo momento, come chi si dia un pizzicotto per dimostrarsi di essere sveglio davanti a una situazione irreale: quell’attimo è il rinascere alla vita, è lo svegliarsi dal sonno, è il primo passo verso la gioia di vivere.


.

Mihai Criste, "Sleep walking well"

.
--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO  
Com’è bella, com’è sciocca e incantata questa povera vita!
 
HERMANN HESSE, Vagabondaggio

4 commenti:

Vania ha detto...

....la foto senza dubbio rende meglio qui.....come foto.


...questa poesia mi piace molto...davvero molto...semplicemente essere consapevoli di Esistere.
ciaooo Vania

DR ha detto...

avevo fretta... ho dovuto riciclare la foto, ma ha trovato una degna sistemazione

Adriano Maini ha detto...

Bravo e ispirato anche questo poeta. Sei un asso anche nel fare selezione di veri artisti.

DR ha detto...

più che altro scelgo quello che mi colpisce

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...